NòvaCLab Cagliari

di guido romeo

Arcobaleno e bolle di sapone

Videofumetto di Alessandra Basciu (disegno) e Andrea Mameli (storia)

Copyright scienzAfumetti 2006.

Donne e Scienza - Donne nella Ricerca

Cinque donne  europee incontrano gli studenti per raccontare la propria esperienza nel mondo della ricerca scientifica, dal periodo della formazione universitaria al percorso professionale che le ha portate a lavorare in centri pubblici o imprese di livello internazionale. Cinque storie a confronto per parlare di scienza e dell'esperienza femminile in diversi settori della ricerca: dalla fisica alla biologia, dalla chimica alla bioinformatica.

L'incontro è una tavola rotonda che avrà luogo il 10 novembre 200, 17:30-19:00 a l'Exmà sala conferenze.

Questa conferenza è organizzata da SET-Routes (EU FP6 - 6° Programma Quadro) e Patricia Rodriguez-Tomé, e fa parte del Cagliari FestivalScienza 2008, organizzato dal comitato ScienzaSocietàScienza

Il programma dettagliato si può trovare sul sito www.set-routes.org/university/calendar

 

Patricia Rodriguez-Tome
protome

ScienzaFumetti. Attenzione: caduta palloni!

Dosho e Domio, sorvolando l'onda anomala.

Prove libere di contaminazione

Di cosa fare nei NòvaCLab abbiamo parlato molto a voce, ma adesso si può pensare aqualcosa di più organico e sistematico. Credo che i progetti debba nascere soprattutto dal territorio, ma una delle cose che personalmente mi piacerebbe vedere e che credo sarebbe di grandeaiuto per far diventare i NòvaCLab un fenomeno virale è una serie di autoritratti in video di innovatori. A Cagliari ne ho sempre incontrati molti, sia in occasione dell'inchiesta, sia per la conferenza su Cagliari città illuminata del'inizio anno, sia in occasione di altri convegni.

 Un esempio "alto" è questo intervento di Neil Turok alle Ted conferences sulla creazione dell'Aims, Istituto africano per la matematica avanzata destinato a formare nel continente  la prima generazione di matematici di alto livello.

 

Matematici per l'Africa

A Cagliari parte NòvaCLab, il primo nodo di una rete fisica e virtuale di laboratori culturali mirati a promuovere e discutere l’innovazione, la cretaività e la ricerca scientifica, ma anche i problemi della comunicazione e le ricadute sociali delle tecnologie.

Quello di Cagliari è il primo punto di una rete aperta nella quale la "C" è destinata a venir declinata in maniera sempre diversa, dalla cultura, alla comunicazione e alla creatività, ma soprattutto alla contaminazione. Contaminazione tra saperi, ma anche tra idee e territori attraverso l’incontro di persone. Il "core-business" dei NòvaCLab, che sono strettamente non-profit e senza finanziamenti, è la generazione di idee. Dalle quali speriamo possano nascere moltissimi e diversi progetti, da iniziative imprenditoriali innovative a progetti sociali senza fini di lucro.

 Questa pagina prosegue online la conversazione iniziata a Cagliari il 4 luglio con Mario Mariani e Luca Pani e speriamo si espanda il più rapidamente possibile.